Articoli corrispondenti al tag: gokaido

Gokaido

commenti Commenti disabilitati
di , 30 Marzo 2006 22:16


Se penso all’impero Romano, e alle strade fatte costruire dagli imperatori, per collegare non solo l’Italia, ma anche gran parte dell’Europa, dico che siamo stati molto piu’ fortunati che in Giappone. Infatti nel paese del Sol Levante, hanno dovuto aspettare il periodo Edo (1603-1867), e cioe’ la salita al potere dei Tokagawa, e piu’ precisamente di Ietsuna (1651-1680) per avere le prime vere e proprie strade che collegavano Edo, oggi Tokyo al resto del Giappone. Gokaido significa letteralmente cinque (go) mare (kai) strade (do). Esse furono:
1) Koshu Kaido, che collegava Tokyo a Kofu capitale della prefettura di Yamanashi.

2) Oshu Kaido, che collegava Tokyo a Shirakawa, situata nella prefettura di Fukushima, e ad altri luoghi del Giappone del Nord.

3) Nikko Kaido, che collegava Tokyo a Nikko, dove sorgeva il mausoleo dello primo degli shogun Tokugawa Ieyasu.

4) Nakasendo, che collegava Tokyo a Kyoto attraverso le montagne.

5) Tokaido, la piu’ importante delle 5 che collegava Tokyo a Kyoto, attraverso la costa. “To”, significa est, infatti essa passava sulla riviera orientale del Giappone. Di questa strada parlo’ Utagawa Hiroshige, uno dei piu’ famosi artisti ukiyo-e, nel suo lavoro intitolato “Le cinquantatre stazioni del Tokaido”. Egli narrava di questo viaggio attraverso 53 citta’ che costituivano appunto le tappe intermedie nelle quali era possibile ristorarsi, prima di arrivare a Nihonbashi, punto di arrivo di Edo.

Vi ho parlato di queste vie perche’ penso che, nonostante oggi siano cambiate molto esteticamente, nel profondo rappresentano ancora un luogo affascinante, perche’ per 400 anni hanno visto passare chissa’ quante persone, con le loro vite, le loro storie, le loro speranze.

Ho trovato in un sito che se volete avere la possibilita’ di immergervi nell’atmosfera della Tokaido antica, incontaminata, nella prefettura di Mie, sopravvive ancora il 95% di questa strada, compresa una citta’ interessante con ancora case di mercanti dell’epoca Edo per almeno un chilomentro e mezzo fino nella citta’ di Seki.

Panorama Theme by Themocracy