Il Chubu di Hello Kitty (parte 2)

di , 16 Marzo 2006 17:06


Gifu (12)
1) Il pescatore (usho). Egli lega alla zampa di un cormorano una corda e gli applica attorno al collo un anello di metallo, leggermente più largo del collo. In questo modo, quando l’uccello si tuffa per pescare il cibo preferito, l’anello gli impedisce di inghiottire i pesci più grossi che diventano “preda” dell’usho. Quando il cormorano ha finito di pescare per l’usho, questi gli toglie l’anello e può finalmente pescare e nutrirsi a suo piacimento. Ho scoperto che a Firenze in piazza Gavinana c’e’ una statua di questo tipico pescatore.

2)Hida Sarubobo. E’ il nome di una bambola che rappresenta un bambino scimmia tipica della citta’ di Hida. (saru significa scimmia e bobo in dialetto significa bambino). Essa aiuta a preservare l’armonia della famiglia e protegge dai tormenti.

3) Il cormorano (ukai). Come abbiamo detto questi, essendo molto presente nella zona, viene utilizzato nella pesca.

Shizuoka (16)
1) Ocha, e’ il te giapponese. Ci sarebbero da dire moltissime cose su esso. Mi limito qui a dire che Shizuoka e’ il maggior produttore di te del paese

2) Unagi. Haramatsu, e’ molto famosa per l’allevamento e per i numerosi ristoranti dedicati alle anguille. La migliore e’ quella che viene dal lago di Hamana. C’e’ anche un dolce, a base di burro fresco, polvere di lisca di anguilla aglio ed estratto di unagi. Unagi Pie e’ il suo nome.

3) Il Fujisan, che nasce appunto in questa prefettura. Ne ho gia’ parlato in un mio post.

Nagano (13)
1) Wasabi. Sicuramente tutti sapranno cos’e’. Una salsa piccante di color verde usata spesso nel sushi e in altri piatti. Il gusto si avvicina un po’ al rafano. Nagano conserva antiche tradizioni nella preparazione di questo condimento. I suoi campi ne sono pieni! Esso ha un effetto antibatterico, deodorante sui cibi e previene inoltre agenti anti-cancro, ed anti-coagulanti.

2) Onbashira Festival. In aprile presso il grande tempio di Suwa, ogni 7 anni, si svolge una festa molto particolare. In pratica della gente si adopera per tagliare un tronco di abete pesante piu’ di due tonnellate, portarlo giu’ dal monte Okuyama, per un percorso di circa 10km, fino al tempio nei quale verra’ eretto. E’ una festa grandiosa ma anche pericolosa. Ogni anno sono numerosi i feriti e qualcuno ci lascia anche la vita! Mi piacerebbe pero’ vedere questa manifestazione.

3) Magome e’ una cittadina della prefettura, famosa per aver ospitato Shimazaki Toson, uno dei piu’ famosi scrittori della moderna letteratura giapponese. Per questo oggi e’ divenuta meta di migliaia di pellegrinaggi di letterari.

Yamanashi (14)
1) Qui nasce l’uva giapponese Koshu. Sviluppatasi qui 1300 anni fa, fece nascere un’industria del vino sin dall’epoca Meiji. Ancor oggi viene quindi prodotta la maggior quantita’ di uva del Giappone. Katsunuma, in particolare, e’ sede di 30 aziende vinicole.

2) Pesca bianca Hakutou. Terra generosa quella di Yamanashi, che da vita non solo all’uva, ma a pesche di pasta bianca. E’ bello vedere durante il periodo della fioritura, le colline colorate del rosa dei fiori di pesco. Uno spettacolo!

3) L’uva. Come ho detto prima essa fa parte del panorama della prefettura. Ad essa e’ dedicato perfino un tempio (Daizenji). La storia dice che un monaco, visito’ Katsunuma ed ebbe un sogno, nel quale Buddha aveva dei grappoli di uva nella sua mano. Egli cerco’ di fare una statua con l’immagine di questo sogno ed inizio’ ad aiutare i contadini a coltivare l’uva. Da qui nacque l’uva Koshu.

Aichi (15)
1) Toyokawa Inari, cioe’ la volpe messaggero del tempio Inari. Ne ho gia’ parlato in un post precendente.

2) Nagoya-kochin. Sono ali di pollo abbodantemente ricoperte di spezie e fritte. Piu’ che da descrivere sarebbero da provare! Il castello che si vede sullo sfondo e’ quello di Nagoya.

3) Fritto di gamberi “ebi fry”. Un’altra specialita’ culinaria di Aichi. La si puo’ trovare in tutto il Giappone, ma mai cosi’ tanto come qui. Anch’essa deve essere deliziosa!

Di Aichi, sono famose anche “kin no shachioko”. E’ la figura mitologica di un pesce con la testa di tigre. E’ possibile trovarle sopra la maggior parlte dei tetti delle case, di color oro, come nella foto numero (3)

Panorama Theme by Themocracy